Giovanni Bruno (foto Datasport)Da ieri pomeriggio sul web se ne parla ampiamente: Giovanni Bruno sembra non sia più direttore di Sky Sport. A diffondere la clamorosa notizia è nientemeno che Mario Sconcerti nel suo quotidiano appuntamento su Radio Radio, in cui ha parlato di "riunione urgente della redazione in seguito alle dimissioni di Bruno da direttore".
 
Pur avendo cercato di saperne di più, nessuno da Sky ha voluto parlare. Il massimo che siamo riusciti ad ottenere dal responsabile comunicazione istituzionale è stata la conferma della verosimiglianza della notizia, ma anche della sua totale - almeno attualmente - infondatezza.
 
Il comprensibile silenzio di Sky ci induce ad usare cautela nel trattare l'argomento, anche perché il tutto al momento è nient'altro che un'indiscrezione. Anche se della possibile mobilità del direttore Bruno già qualcuno ne parlava da un po': già ieri, alle 15.50, su ilvelino.it era uscito il resoconto commentato sulle ultime nomine Sky, e di Bruno si diceva che, secondo i boatos si starebbe guardando intorno.
 
E' di oggi invece l'articolo de L'Opinione, riportato anche da Digital-Sat, che definisce Giovanni Bruno come probabile partente. Di tutt'altro parere l'articolo odierno della Gazzetta dello Sport che riporta alcune esclusive dichiarazioni del direttore: «Resto in azienda, affiancando Zappia assieme a Massimo Corcione come segno di continuità, ma è chiaro che Sky ha deciso un cambiamento in senso manageriale e orientato al cliente. Io, da direttore giornalista, in quattro anni ho dato dignità a tutto lo sport facendo diventare Sky una fonte di informazione completa e credibile».

Infine, è di qualche ora fa l'articolo di Datasport che fa il punto sulla situazione, pur senza parlare di dimissioni o conferme, e che vi riportiamo qui di seguito:
 
Di ben altro tenore il ‘botto’ avvenuto in questi giorni in casa Sky, con il rinnovamento avvenuto in sede ai ‘piani alti’ della testata sportiva, che ha visto il direttore Giovanni Bruno posto in una nuova dimensione (non subito, ma al più presto), ovvero quella di direttore dei progetti editoriali speciali sport, una sezione i cui obiettivi rimangono però ancora da definire. Un piccolo cataclisma, anche perché Bruno aveva associato il suo nome alla storia recente di Sky, e sempre in chiave positiva. Mantiene il suo posto di condirettore, con caratteristiche squisitamente giornalistiche, Massimo Corcione, mentre a gestire quella che sta ormai trasformandosi da semplice redazione a una struttura quasi ‘aziendale’ ecco Andrea Zappia, uomo marketing per eccellenza, nel grande giro Sky da sempre. Per lui il ruolo nominale sarà quello di ‘vice-presidente’, dietro soltanto a Tom Mockridge, amministratore delegato di Sky Italia e ‘delfino’ nel nostro paese di Rupert Murdoch.
Un piccolo grande lampo che non ha comunque mancato di sorprendere l’ambiente giornalistico sportivo dell’importante testata televisiva.
 
Con il dubbio irrisolto, vi segnalo il thread aperto sul nostro Digital-Forum in cui commentare la notizia e segnalare aggiornamenti in tempo reale. Se ci saranno ulteriori aggiornamenti, ne daremo tempestiva comunicazione anche su queste pagine.
 
Giorgio Scorsone
per "Digital-Sat.it"