Digital-Sat Il Magazine On-Line dedicato alla TV Digitale
  • Tutte le ultime novità dalla TV Satellitare
  • Le notizie sul Digitale Terrestre e la sua offerta
  • Le migliori utilities dedicate ai principali Decoder
  • Recensioni dei migliori prodotti di Hi-Tech
  • Le ultime News dal mondo della TV
  • DANNI COLLATERALI

    DANNI COLLATERALI

    21:15 _ CINEMA ENERGY

    Gordon Brewer (Arnold Schwarzenegger) ha una famiglia perfetta e un lavoro che adora: è capitano dei pompieri a Los Angeles. Un giorno ha un appuntamento con la moglie e il figlio ma arriva...

  • HEREAFTER

    HEREAFTER

    21:15 _ CINEMA EMOTION

    Marie Lelay e' una giornalista francese sopravvissuta alla morte e allo tsunami. Rientrata a Parigi si interroga sulla sua esperienza. Marcus e' un fanciullo inglese sopravvissuto alla madre...

  • HEREAFTER | 21:15 _ CINEMA EMOTION

    Marie Lelay e' una giornalista francese sopravvissuta alla morte e allo tsunami. Rientrata a Parigi si interroga sulla sua esperienza. Marcus e' un fanciullo inglese sopravvissuto alla madre tossicodipendente e al fratello gemello, investito da un auto e da un tragico destino. Smarrito cerca ostinatamente ma invano di entrare in contatto con Jason, di cui indossa il cappellino e conserva gli amabili resti. George Lonegan e' un operaio americano in grado di vedere al di la' della vita. Deciso a ripudiare quel dono e a conquistarsi un'esistenza finalmente normale, George 'ascolta' i romanzi di Dickens e frequenta un corso di cucina italiana. Sara' proprio la "piccola Dorrit" dello scrittore britannico a condurlo fino a Londra, dove vive Marcus e presenta il suo nuovo libro Marie. L'incontro sara' inevitabile. George, Marcus e Marie troveranno soccorso e risposte al di qua della vita.

    Visualizza scheda sul sito Mediaset Premium

  • IL PADRINO - PARTE III

    IL PADRINO - PARTE III

    21:15 _ CINEMA PREMIUM

    1979: l'ex boss Michael Corleone (Al Pacino) miliardario, ha fatto rientro a New York, ed ormai anziano e indebolito nel fisico, raggiunta la rispettabilità desiderata, è determinato a dissociare...

  • IL PADRINO - PARTE III | 21:15 _ CINEMA PREMIUM

    z8h3LVb8cl8

    1979: l'ex boss Michael Corleone (Al Pacino) miliardario, ha fatto rientro a New York, ed ormai anziano e indebolito nel fisico, raggiunta la rispettabilità desiderata, è determinato a dissociare la propria famiglia dal mondo della Mafia e garantire sicurezza alla figlia Mary (Sofia Coppola) presidentessa onoraria della "Fondazione Vito Andolini Corleone". Mentre il figlio Anthony Vito (Franc D'Ambrosio) grazie alla madre Kay (Diane Keaton) ha intrapreso la carriera di cantante lirico, il nipote Vincent Mancini (Andy Garcia), figlio illegittimo del defunto Sonny, entra a servizio dello zio grazie alla mediazione della sorella di Michael, Connie (Talia Shire). Grazie alle sue opere benefiche Michael ha ricevuto dall'Arcivescovo Gilday (Donal Donnelly) una bolla papale con un titolo onorifico, ha poi investito seicento milioni di dollari nella Banca Vaticana sperando di assumere il controllo della Internazionale Immobiliare, società controllata dal Vaticano ed evitare all'Arcivescovo il rischio di una bancarotta fraudolenta causata dall'operato di avidi uomini d'affari cattolici, capeggiati dal potente Licio Lucchesi (Enzo Rubotti). Michael capisce presto di trovarsi in una brutta situazione, e proprio durante la riunione ad Atlantic City,capitale del gioco d'azzardo, nella quale comunica di volersi ritirare per dedicarsi ad operazioni legali, resta unico superstite nell'attentato effettuato dal mafioso Joey Zasa (Joe Mantegna). Micheael scopre quindi le nascoste macchinazioni di Lucchetti, mentre Vincent risponde violentemente all'attentato ma a questo punto anche la vita dello 'zio Corleone' è in pericolo. Conscio che ogni gesto per estraniarsi dal crimine è stato vano, Micheal pone al comando il nipote, che per l'occasione prende il nome di Don Vincenzo Corleone, e si reca a Palermo... per assistere al debutto di Tony nell'opera "Cavalleria rusticana" presso il teatro Massimo dove si consuma invece la strage finale... Il padrino - Parte III (The Godfather: Part III) diretto nel 1990 da Francis Ford Coppola costituisce la terza ed ultima parte della trilogia sulla famiglia Corleone iniziata nel 1972. All'interno dell'eccellente cast ricordiamo oltre ai già citati interpreti anche: Eli Wallach (Don Altobello), Richard Bright (Al Neri), George Hamilton (B.J. Harrison), Bridget Fonda (Grace Hamilton), Raf Vallone (Cardinale Lamberto/Papa Giovanni Paolo I), Al Martino (Johnny Fontane).

    Visualizza scheda sul sito Mediaset Premium

Jepssen PowerLine Ethernet Adapter 85Mbps

Recensione: Jepssen - Accessori Audio/Video/Lan


Inserito da:

Elia Caponi

08 dicembre 2005

PowerLine Ethernet Adapter 85Mbps
 

In collaborazione con Jepssen, Digital-Sat presenta i moduli JPL PowerLine.

Di cosa si tratta ?

Questi moduli, permettono all'utente anche meno esperto, di realizzare oppure più semplicemente ampliare una rete già esistente sfruttando la sola rete elettrica presente nella nostra casa, nel nostro ufficio oppure in qualsiasi altro luogo si voglia creare una rete.

Con il termine Powerline si identificano tutti gli apparecchi che creano una rete di connessione LAN attraverso la rete elettrica.

Il trasferimento dati tramite rete elettrica è reso possibile grazie ad un protocollo chiamato HomePlug che è presente nei moduli recensiti in questo articolo.
L' HomePlug Powerline è un associazione no-profit che ha come scopo quello di diffondere nel mondo la trasmissione dati tramite la rete elettrica; questo significa che due o più apparecchi HomePlug Powerline collegati alle prese elettriche distribuite per casa rendono possibile la condivisione e lo scambio di dati.
Questi apparecchi sono molto flessibili in quanto si adattano automaticamente alla rete anche se le due prese di corrente hanno caratteristiche diverse; hanno infatti alcune modalità interne automatiche che permettono di variare alcuni parametri della modalità di trasmissione se si dovessero presentare sbalzi di corrente oppure interferenze derivate da altri apparecchi elettrici.

Analizzeremo l'installazione, il funzionamento e le prestazioni del modello JPL-85E, acronimo di PowerLine Ethernet Adapter 85Mbps.

Il prodotto si presenta in una confezione gradevole e compatta.

Al suo interno troviamo 1 modulo Powerline, il cd di installazione del software gestionale e il cavetto LAN per il collegamento.

Il cavo Lan che serve per il collegamento del modulo Powerline all'apparecchio dotato di porta ethernet (Pc,Digital Box,Dreambox,ecc) è lungo circa 5 metri; il modulo è ben rifinito nei dettagli ed è di colore bianco.

Notiamo subito che non è presente un manuale d'uso.
Tutto ciò è giustificato dal fatto che, come vedremo, mettere in funzione questi dispositivi è di una facilità incredibile.

Per la cronaca, nel CD contenuto nella confezione, è presente un documento in formato PDF contenente tutte le informazioni riguardo specifiche tecniche dell'apparecchio e alcuni consigli, come: non bagnare in alcun modo i moduli; non esporli a fonti di calore eccessivo; pulire sempre con un panno pulito; tutto questo per non arrecare danni ai moduli.
All'interno del cd è presente anche un tool gestionale da usare solo nel caso che la rete si voglia creare fra 2 o più pc.

Come si installano i moduli ?

Nel nostro caso effettueremo il test con due moduli JPL-85E creando una rete fra un PC e un Dreambox, noto decoder prodotto dalla Dream Multimedia.

Colleghiamo una estremità del cavo di connessione lan al modulo Powerline e l'altra estremità alla presa ethernet presente sulla scheda di rete del nostro computer; colleghiamo ora il modulo alla presa di corrente.


Una volta collegato alla corrente se tutto è andato bene noterete il led denominato "Link-Act" che si illuminerà di verde.

Adesso colleghiamo il secondo modulo Powerline al Dreambox che in questa prova si trova a circa 20 metri dalla zona nel quale abbiamo installato il primo apparecchio.
Una volta collegato anche il secondo modulo alla presa elettrica noteremo che si accenderanno contemporaneamente i due led verdi presenti sul dispositivo.
Tutto questo significa che l'installazione è andata a buon fine. I due moduli si riconoscono e sono pronti per essere utilizzati ma vediamo nello specifico la funzione dei led presenti sull'apparecchio.

Innanzitutto dobbiamo dire che sono presenti ben 4 led: 2 verdi, 1 giallo e 1 rosso.

I due led verdi sono denominati "Link" e "Link/Act".
Il primo si accende non appena inseriamo il JPL nella presa della corrente elettrica. Se la spia non si accende significa che è presente un guasto all'apparecchio oppure non arriva corrente.

Il led "Link-Act" si accende quando viene captato il segnale di un altro JPL.
Quindi, in questo caso, dato che abbiamo 2 JPL, una volta attaccati i due apparecchi avremo i due led verdi accesi.

Il led di colore giallo è denominato "ACT"
Questo led comincia a lampeggiare dal momento in cui viene captato lo scambio di informazioni fra i due apparecchi.
Anche questo, in caso di un'installazione riuscita, dovrebbe lampeggiare di continuo.

Il quarto led è di colore rosso ed è denominato "COL".
Se lampeggia significa che la rete non è ben installata; il segnale ha trovato qualche interferenza o intralcio che non ne permette il funzionamento.
Se la spia rimane spenta vuol dire che è tutto ok.

Il test di velocità

La velocità dichiarata dal produttore è di 85Mbps.
Un ottima velocità se si considera che la velocità dei primi apparecchi era di 54Mbps.
Ma a quanto corrisponde in termini pratici la velocità di 85Mbps ?

Corrisponde alla velocità di trasferimento di 10,6 Mbyte al secondo.
Per essere un rete wireless la velocità è impressionante anche se è un pò meno rispetto alla velocità di connessione di una rete lan creata con dei cavi che può raggiungere in condizioni ottimali la velocità di 100Mbps (12,5Mbyte al sec) ma ricordiamo che si tratta di una rete senza fili!

Ma sarà possibile raggiungere tutta questa velocità ?

Come dicevamo poco più sopra, il Dreambox ed il Pc, si trovano a una distanza di circa 20 metri.

Quante volte vi è capitato di registrare un film sull'hard disk del proprio Dreambox e volerlo trasferire sul proprio pc per rivederlo li ?

Abbiamo quindi registrato delle trasmissioni video dal Dreambox fino ad ottenere un file dalla dimensione di 700 Mbyte, l'intera capienza di un normale Cd-R.

Lo abbiamo trasferito dall'hard disk del Dreambox all'hard disk del Pc prima tramite la rete lan fatta con il cavo di collegamente normale; poi abbiamo fatto la stessa cosa con la rete creata tramite i JPL 85Mbps.

Ecco i risultati

Con la rete lan con collegamento via cavo abbiamo trasferito il file di 700,65 Mbyte in 7 minuti e 20 secondi con una media di trasferimento pari a 1,63Mbyte al secondo.

Per trasferire lo stesso file di 700,65 Mbyte con il collegamento creato fra i JPL abbiamo impiegato 22 minuti e 12 secondi con una media di trasferimento pari a 544,9Kb/s (0,54Mbyte al secondo).

Notiamo subito che la velocità teorica raggiungibile dai PowerLine Ethernet Adapter (12,6Mbyte/s) non è assolutamente rispettata.
Si raggiunge infatti una velocità media pari a 1/23 rispetto a quella dichiarata.
Ricordiamo però che la distanza fra i due apparecchi è in questo caso notevole e quindi eventuali interferenze potrebbero influenzare la velocità.

Per ottentere prestazioni migliori dobbiamo isolare i due moduli PoweLine da ogni altra fonte elettrostatica che porta al rallentare le velocità di trasferimento in quanto crea qualche interferenza.

Se vogliamo raggiungere il massimo da questi apparecchi è sufficiente usare più di due moduli dislocati per le varie stanze del luogo in cui vogliamo creare la rete.
Un altro punto a favore di questo prodotto è la flessibilità di utilizzo; possiamo variare sia il numero di moduli utilizzati sia le postazioni dove sono collocati, a seconda delle nostre esigenze.
Infatti, possiamo ad esempio usarne uno in una stanza per vedere un film e spostarlo successivamente in un'altra per navigare su Internet, anche se la connessione telefonica (56K, ISDN o ADSL) è distante decine di metri.

Se utilizziamo questi moduli con il Dreambox, oltre che trasferire i file da un hard disk ad un altro, è possibile collegarsi via FTP; collegarsi tramite il proprio browser e godersi la tv sullo schermo; se siamo connessi anche ad internet possiamo ad esempio scaricarci i nostri plug-in preferiti direttamente dal pannello della nostra immagine installata e comunque sia, tutti i processi che si possono effettuare avendo una rete lan attiva sul Dreambox.

Nel testare tutte queste funzioni non abbiamo riscontrato alcun problema.

Oltre che con il Dreambox, è possibile utilizzare questi moduli per la connessione di telefoni,modem, altri decoder che hanno una porta ethernet oppure per creare una rete fra 2 o più computer.

Nel caso che volessimo creare una rete fra più computer, ci viene in aiuto il software gestionale presente nel cd contenuto nella confezione.
Questo software oltre a fornirci alcuni dati relativi alla connessione come ad esempio il bitrate, ci permette di impostare una password che permetterà di proteggere ulteriormente i dati che transitano attraverso la nostra rete.
La codifica è in standard DES (Data Encryption Standard) a 56 bit che garantiscono una assoluta protezione dei dati condivisi in rete, ogni modulo ha un suo codice identificativo e viene gestito in rete tramite una password.

Conclusioni

Si tratta di un prodotto sicuramente interessante.

Una soluzione rivoluzionaria per chi vuol creare una rete lan senza fili ma soprattutto per chi ha problemi nel collegare due apparecchi distanti fra loro tramite il comune cavo di collegamento.

I test hanno rilevato una differenza di 1Mbyte al sec. fra la rete creata tra i moduli JPL e la rete creata tramite il cavo ma dobbiamo dire che avendo a disposizione solo due dispositivi, i moduli recensiti si sono comportati bene.
Siamo certi che, aumentando il numero di dispositivi collegati, otterremmo sicuramente risultati eccelsi.

Il prezzo dei Jepssen JPL-85E recensiti,  è di 91,80€ (172,68€ se acquistati in coppia). Possiamo tranquillamente dire che il prezzo è più o meno alla pari con tutti gli altri moduli commercializzati da altre aziende.

Ringraziamo Jepssen per il supporto fornitoci per la realizzazione di questa prova tecnica.

CERCA IN DIGITAL-SAT
PROVA TECNICA
Prova Tecnica HD TV
Engel Axil RS 4800S
Engel Axil RS 4800S

Ricevitore satellitare HD

PROVA TECNICA
Prova Tecnica High Tech
Marmitek GigaView 821 Wireless Full HD + 3D Audio/Video Sender
ULTIMI DOWNLOADS
HD-300 COMBO/HD-300 ...

27.07.2014

Settings

M Vision HD-300 COMBO/HD-300 ...
HD-270 CN

27.07.2014

Settings

M Vision HD-270 CN
UNI-BOX 2 HD

27.07.2014

Settings

Golden Media UNI-BOX 2 HD
UNI-BOX 2 HD

27.07.2014

Settings

Golden Media UNI-BOX 2 HD
6670 HD

27.07.2014

Settings

Digiquest 6670 HD
6670 HD

27.07.2014

Settings

Digiquest 6670 HD
6670 HD

27.07.2014

Settings

Digiquest 6670 HD
HD-270 CN

27.07.2014

Settings

M Vision HD-270 CN