Digital-Sat Il Magazine On-Line dedicato alla TV Digitale
  • Tutte le ultime novità dalla TV Satellitare
  • Le notizie sul Digitale Terrestre e la sua offerta
  • Le migliori utilities dedicate ai principali Decoder
  • Recensioni dei migliori prodotti di Hi-Tech
  • Le ultime News dal mondo della TV

Per tutti i gusti

Recensione: ADB i-CAN - Ricevitore Digitale Terrestre


Inserito da:

Raul Marcaccini

23 luglio 2004



Ringraziamo la Zap S.r.l, distributore per l'Italia dei prodotti ADB, per averci fornito il campione che ha permesso questa prova tecnica.

Come si presenta?
L’ I-CAN è il primo decoder presentato da ADB nel mercato digitale terrestre italiano, e si è presentato con l’appoggio diretto di Mediaset che ha testato la sua programmazione su questo decoder. A sua volta l’I-CAN è marchiato Mediaset a prova di questa certificazione, ma è bene ricordare che non si tratta di un prodotto realizzato da Mediaset ma ne è solamente certificato.
Inoltre è dovere segnalare che questo stb (set top box) è utilizzato anche da altre marche produttrici, che ne usano la base hardware e a volte anche software, personalizzando solo il frontalino.
Le caratteristiche di questo prodotto sono una buona compattezza, un utilizzo molto semplice e un ottima velocità di esercizio.




Inoltre troviamo 8 bottoni, stand by, ok, menu, muto, canale + e canale -,volume + e volume -.
Nel pannello posteriore è presente la presa per l’antenna terrestre in e out, la presa per l’uscita del modem RJ11 in cui collegare il cavo telefonico in dotazione, 2 uscite audio analogiche in RCA (Left, Right), una uscita video analogica in RCA, una uscita audio digitale S/PDIF e la presa per l’alimentazione, 2 scart (TV, VCR), e una RS232 per il collegamento seriale con un PC.



Accensione
Come abbiamo già anticipato la caratteristica saliente di questo prodotto è l’estrema velocità di gestione, infatti ci se ne rende conto già alla prima accensione. Dopo la scelta della lingua fra italiano ed inglese si passa subito alla sintonizzazione automatica dei canali, operazione che l’I-CAN svolge in molto meno di un minuto e si segnala come uno dei decoder più rapidi in questa operazione. Fatto ciò siamo pronti alla visione dei canali sintonizzati.
(Ricordo che al momento in cui scrivo siamo ancora in una fase sperimentale, quindi non aspettiamoci di ricevere chissà quanti canali, anzi nella maggior parte dei casi è già molto se si riescono a memorizzare più di 5/10 canali…)
L’interfaccia grafica dell’I-CAN si distingue particolarmente per il colore verde che accompagna le varie schermate che lo caratterizza particolarmente, sia del menu che delle info e il tutto è ben realizzato e molto leggibile.




Utilizzo:
Il cambio canale è velocissimo, ma si tratta comunque di una caratteristica del digitale terrestre per cui anche i decoder più lenti rimangono sempre su ottime velocità, in ogni caso l’I-CAN riesce comunque a mettersi in mostra, anche nello zapping più sfrenato riesce comunque a non perdere il filo e a seguire quello che stiamo facendo con il telecomando.
Ad ogni cambio canale appare la barra informativa con indicazioni sugli eventi in visione, indicazione di numero e nome canale, nome programma attualmente in onda, orario di inizio e fine dell’evento in onda e attuale posizione rilevata su di una barra temporale, icone con indicazioni varie tipo presenza di applicazioni, scelta lingue ecc…
In alto sullo schermo, troviamo la data e l’orario attuale, mentre sempre in alto ma a sinistra il numero di canale sintonizzato.
Premendo sul telecomando la freccia a destra (o a sinistra) appaio le indicazioni sul programma successivo (per tornare con le indicazioni al programma attuale basta ripremere una delle due frecce) inoltre utilizzando il tasto “info”si apre una ulteriore finestra di informazioni con le indicazioni dettagliate del programma in onda, o ancora premendo la freccia a destra le indicazioni del programma successivo.
Quando è aperta la finestra di info, se si preme la freccia in alto (o in basso) è inoltre possibile scorrere le informazioni degli altri canali memorizzati con la relativa programmazione, rimanendo posizionati sul canale in visione.
Il caricamento dei servizi interattivi è abilitato in automatico, quindi ad ogni cambio se il canale in cui ci posizioniamo è comprensivo di servizi interattivi, il decoder si occuperà del suo caricamento automatico. Anche qui come tempi di caricamento, rimaniamo nella media dei decoder digitali terrestri attualmente sul mercato, ricordando che la velocità di tali applicazioni dipendono in gran parte dal “peso” delle stesse.
Al momento nonostante sia presente il corrispettivo bottone sul telecomando, non è presente una EPG, anche se va ricordato che non è un aspetto molto importante in quanto in Italia le emittenti non inviano una EPG completa settimanale, rendendo di fatto questa funzione praticamente inutile, se non limitata al solo programma attualmente in onda e a quello successivo. Tutto ciò è un vero peccato, ma le Televisioni stesse stanno preferendo la strada di EPG complete solo tramite applicazioni interattive, rendendo però la consultazione molto più complicata e soprattutto molto più lenta.




Mentre la lista canali è presente e di facile utilizzo, è possibile modificarla a nostro piacere spostando, saltando e tralasciando i singoli canali sintonizzati. Non sono presenti delle liste canali personalizzate aggiuntive, inoltre con le prime versioni del firmware ci sono stati parecchi problemi di memorizzazione delle lista allo spegnimento del decoder, problema comunque risolto con le successive versioni del firmware.

Il menu principale
Anche il menu principale mantiene la caratteristica della semplicità di utilizzo, i menu sono molto leggibili e a prima vista si individua immediatamente la sezione in cui si vuole operare, solo con un utilizzo più intenso ci si accorge che la navigazione in realtà risulta un po più complicata, considerando la presenza di molti sottomenu, che non permettono di arrivare “velocemente” alla funzione desiderata, soprattutto per le impostazioni avanzate.



1 – Gestione Canali:
In gestione canali è possibile ordinare la lista secondo le nostre preferenze, spostando, rinominando o tralasciando dall’elenco ogni singolo canale memorizzato. (1. Muovi canali. 2. Rinomina canali. 3. Tralascia canali.)

2 – Gestione Timer:
In gestione Timer è possibile creare delle prenotazioni, ciò permette di impostare il decoder alla visione di un programma di nostro interesse, abbinando a ciò un videoregistratore è poi possibile registrare l’evento impostato.

3 – Per genitori:
1. Blocco decoder
Impostare o meno la protezione del decoder tramite codice PIN. Una volta inserito il blocco decoder, non sarà più possibile gestire certe funzioni del decoder o visionare programmi segnalati nel limite di età senza conoscere il PIN impostato.
2. Limite d’età.
Scelta fra nessun limite di età o 7,13,18,19 anni.
3. Blocco canali.
La schermata blocca canali serve per inserire un blocco al canale selezionato, per cui ad ogni accesso verrà richiesto l’inserimento del codice PIN.
4. Cambia Pin.
Inserire un nuovo PIN per modificare quello impostato precedentemente.

4 – Applicazioni:
Accesso ad un elenco con le applicazioni interattive presenti.

5 – Tue preferenze:
1. Opzioni immagine.
Schermata utile per effettuare delle modifiche alle impostazioni all’interfaccia grafica, quali, visualizzazione o meno della data e dell’ora, del numero di canale, della barra del volume, impostazione della trasparenza dell’interfaccia e del tempo di esposizione della barra delle info, ed infine impostare l’avvio delle applicazioni interattive in automatico o in manuale.
2. Opzioni lingue.
E’ possibile impostare le lingue predefinite dell’audio, dei sottotitoli ecc…



6 – Installazione:
1. Ora locale.
Impostazione dell’orario in base al proprio fuso.
2. Impostazioni.
1.Impostazioni TV
Scelta del formato video da utilizzare, fra 4:3 e 16:9 e formato immagine (per esempio Formato Lettera)
2. Impostazioni sistema
Configurazioni parametri di uscita Scart TV, Videoregistratore, Dolby Digital e impostazione di auto-upgrade
3. Canale per l’interattività
Configurazione del modem interno.
3. Test del segnale.
Menu di controllo del livello segnale del canale in visione, o sfogliando con l’apposito menu, dell’intera gamma dei canali presenti.
4. Ricerca canale.
1. Reinstalla la lista dei canali.
Effettuare una nuova sintonizzazione canali, i vecchi canali presenti nella nostra lista verranno completamente cancellati dalla memoria.
2. Aggiorna la tua lista canali.
Permette di mantenere memorizzati i canali presenti nella lista aggiungendo solo i nuovi eventualmente trovati.
5. Stato decoder.
Vari menu con indicazioni relative alle versioni software presenti nel decoder, hardware, info di sistema, ed infine menu di avvio ricerca manuale di aggiornamento decoder.
6. Impostazioni predefinite.
Ripristina lo stato iniziale del decoder. Selezionando questa impostazione il decoder verrà riportato allo stato iniziale, come se fosse appena uscito di fabbrica e cancellerà tutte le impostazioni personali, liste canali comprese.

7 – Aiuto:
Vari menu con informazioni sul corretto utilizzo del decoder e del telecomando.


Telecomando
Il telecomando dell’I-CAN è un buon prodotto, abbastanza piccolo e ben impugnabile, inoltre tutti i tasti son ben posizionati a facilmente “memorizzabili”. Nonostante non sia retroilluminato lo si riesce ad utilizzare comodamente anche al buio.
Non si tratta però di un comando universale come molti altri decoder DTT invece hanno, e si limita al controllo del solo decoder, inoltre è corretto segnalare che nelle prime versioni firmware questo decoder è stato caratterizzato da interferenze con altri telecomandi, che inavvertitamente controllano l’I-CAN, causando delle frustranti accensioni o spegnimenti non voluti… questo problema sembra però risolto nelle ultime versioni firmware, e comunque riguardava una eccessiva sensibilità del decoder e non il telecomando stesso.
L’unico appunto da segnalare è che dà una forte sensazione di fragilità essendo inoltre molto leggero.





Considerazioni finali.
L’ADB I-CAN è sicuramente un buon prodotto, caratterizzato da una buonissima velocità di controllo e da una semplicità di utilizzo che ne fa consigliare l’uso anche a chi è poco pratico di prodotti tecnologici. Inoltre il suo prezzo popolare e la certificazione “Mediaset” , lo hanno reso un prodotto molto conosciuto dai primi utilizzatori di decoder per il Digitale Terrestre.
Va detto che non è esente da problemi e qua è là ci si accorge di qualche difettuccio, ma mai niente di troppo grave, inoltre la stessa ADB è particolarmente attenta agli aggiornamenti firmware, mentre il lato più negativo è sicuramente l’eccessivo riscaldamento causato dall’alimentatore, per cui se ne consiglia un uso in un luogo ben areato e magari non “impilato” sopra ad un altro prodotto delicato, come per esempio un decoder PVR (con Hard Disk integrato).
Riporto anche un piccolo elenco con riassunti i punti salienti di questa prova su strada:



CERCA IN DIGITAL-SAT
PROVA TECNICA
Prova Tecnica HD TV
Engel Axil RS 4800S
Engel Axil RS 4800S

Ricevitore satellitare HD

PROVA TECNICA
Prova Tecnica High Tech
Marmitek GigaView 821 Wireless Full HD + 3D Audio/Video Sender
ULTIMI DOWNLOADS
F 777

23.07.2014

Settings

Digiquest F 777
F 777

23.07.2014

Settings

Digiquest F 777
F 777

23.07.2014

Settings

Digiquest F 777
HK540

22.07.2014

Settings

BWARE HK540
JB007

22.07.2014

Settings

BWARE JB007
JB007

22.07.2014

Settings

BWARE JB007
JB007

22.07.2014

Settings

BWARE JB007
HK540

22.07.2014

Settings

BWARE HK540