Digital-Sat Il Magazine On-Line dedicato alla TV Digitale
  • Tutte le ultime novità dalla TV Satellitare
  • Le notizie sul Digitale Terrestre e la sua offerta
  • Le migliori utilities dedicate ai principali Decoder
  • Recensioni dei migliori prodotti di Hi-Tech
  • Le ultime News dal mondo della TV

JEPSSEN MEDIABOX ST3-HD

Recensione: Jepssen - Ricevitore satellitare/digitale terrestre HD


Inserito da:

Giorgio Cuccureddu & Grantor

22 aprile 2009


La Jepssen continua nell'ampliamento della propria gamma di ricevitori digitali con un ennesimo nuovo modello.
Questa volta parliamo di un ricevitore ad alta definizione che sarà il top della gamma Jepssen, infatti si tratta di prodotto di fascia alta dalle notevoli prestazioni.
La serie viene denominata Mediabox e in verità si compone di due modelli, l'ST-2 HD e l'ST-3 HD.
La differenza tra i due modelli sta nel fatto che l'ST-2 HD dispone di funzioni blind scan di tipo software ( come il 99,9% dei ricevitori in commercio) mentre l'ST3-HD dispone di blind scan hardware, il che sicuramente rappresenta una grossa novità.
Entrambi i modelli sono combo ovvero dispongono di due sensibili tuner, DVB-S2 e DVT-T.
Il modello che sarà oggetto della recensione è appunto l'ST-3 HD.

ASPETTO E CARATTERISTICHE TECNICHE

Il Mediabox ha una linea decisamente gradevole e curata nei dettagli. Lo chassis è totalmente nero con bordi arrotondati e le dimensioni sono molto contenute per un decoder di questa fascia, infatti misura solo 210x300x55 mm. Sul lato sinistro del frontale abbiamo un bel display con led di colore azzurro, nel quale durante il normale funzionamento appare il nome del canale che stiamo guardando. Sotto il display abbiamo i comandi principali, che ne permettono l'uso anche senza telecomando.



Sul lato destro del frontale c'è il classico sportellino, aprendo il quale abbiamo accesso ai due slot per moduli CI e ai due card reader.
I card reader sono di tipo multicas, ovvero in grado di leggere smart card di varie codifiche; li abbiamo testati con card Viaccess, Irdeto e Seca senza notare problemi. Installando gli ultimi firmware alternativi disponibili in rete i card reader sono in grado di leggere anche le smart card di Sky Italia.
I due slot per cam CI supportano regolarmente le cam più comuni; testati con varie cam, non sono stati notati problemi rilevanti; con l'ultima versione firmware è inoltre possibile utilizzare anche le cam per il digitale terrestre ( SmarCam, Samsung cam ), permettendo così di fruire dei servizi delle varie pay tv..
Il cambio canali è molto veloce, anche tra canali codificati o tra transponders e satelliti diversi.



Il retro del ricevitore è veramente ricco di connessioni, praticamente non manca nulla.
Partendo da sinistra possiamo osservare i connettori RF di antenna per il tuner DTT, a seguire quelli per il tuner satellitare con connettori F. Troviamo inoltre la porta RS-232C per la comunicazione seriale con un Personal Computer e più in basso due porte USB per il collegamento di un dispositivo di archiviazione di massa che può essere una pen-drive oppure un HDD ed un’altra per il collegamento al PC.
Sono presenti quindi un connettore per l’uscita video composito e due per l’audio stereo/AC3; più in basso troviamo le uscite per il segnale video componet, un connettore s-video e di fianco un'uscita audio ottico digitale S-PDIF e una coassiale.
Proseguendo osserviamo una porta Fast Ethernet 10/100 per il collegamento alla LAN domestica, una HDMI, due connettori SCART e una porta e-SATA dove possiamo collegare un HDD e-SATA autoalimentato.





Interessante è la connessione LAN che può essere utilizzata per accedere dal proprio PC, attraverso il protocollo FTP, ai file contenuti negli storage collegati alla porte e-SATA e USB oppure consente di condividere i file multimediali o altro con uno o più decoder della stessa famiglia.
Dal menu di gestione Ethernet è possibile scegliere se utilizzare un IP Address statico (modificabile) oppure il protocollo DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol).
Ben si presta quindi all’integrazione multimediale casalinga offrendo con l’evolversi del proprio software, sempre maggiori funzionalità e possibilità di utilizzo.

Inoltre è possibile utilizzare la porta LAN con i seguenti protocolli:
1. PSTN Modem V.24 (Public Switched Telephone Network)
2. DAA (Direct Access Arrangement) Modem
3. MAFE/DAA (Modem Analog Front End) inteface.

Diamo una rapida occhiata sotto il coperchio, dove notiamo la motherboard con al centro il processore coperto dal suo dissipatore e più a sinistra, ben separato,  il gruppo di alimentazione.
Il ricevitore è costruito sul recentissimo processore STi7101 basato su CPU ST40-266MHz, che dispone di una notevole quantità di DDR SDRAM, 128Mb dedicati all’elaborazione video e altri 128Mb per il resto delle funzionalità del sistema. La Flash memory è da 8Mb e l’uscita HDMI è versione 1.3. Dati tecnici che dimostrano la potenza di questo ricevitore.



UTILIZZO DEL RICEVITORE

Il telecomando risulta abbastanza voluminoso, di forma piatta e piuttosto allungata e naturalmente contiene i comandi per tutte le funzioni di gestione del decoder. Dall’alto al basso troviamo i tasti Power e Mute e subito sotto i tasti V-Format, che permette di selezionare il tipo di formato video ( 16:9, 4:3 o Auto), il tasto Zoom e il tasto Mode, che pemette di passare dalla lista Tv a quella Radio. Di seguito troviamo i tasti numerici e quindi i quattro tasti colorati che comandano ripettivamente le funzioni di mosaico (tasto rosso), spegnimento automatico (tasto verde), audio (tasto giallo) e lista satelliti (tasto blu).



Di seguito troviamo i classici quattro tasti freccia con al centro il tasto Ok e sui lati i tasti Menù e Back; sotto abbiamo i controlli volume e cambio canale e al centro i tasti i (Info), Guide e Last.
Premendo i abbiamo accesso alla barra delle informazioni, abbastanza completa, con sulla destra ben visibili i livelli di intensità e qualità segnale. Premendo due volte il tasto ci appare anche la trama o le informazioni sul programma in onda





Premendo Guide abbiamo accesso all' EPG, molto ben strutturata, che offre informazioni sul  canale su cui siamo sintonizzati e anche sui canali adiacenti senza dover cambiare canale. Abbiamo inoltre la possibilità di programmare una registrazione utilizzando il tasto verde.



Premendo il tasto OK visualizziamo la lista canali; una volta apparsa la lista, utilizzando i 4 tasti colorati possiamo avere i canali in ordine alfabetico, oppure suddivisi per frequenza o per provider o solo i canali HD/H.264



Nella parte bassa del telecomando troviamo infine i comandi per il PVR, di cui parleremo più avanti durante la descrizione del menù, nei quali sono inclusi i tasti per il Timeshift , PiP ( picture in picture) e Timer ( per programmare le registrazioni).

Analizziamo ora il Menù di gestione del decoder, che si presenta subito con una grafica particolare, stile costellazione celeste.

La prima opzione che incontriamo è Installazione, suddivisa in tre voci, Satellite, Terrestre e Impostazioni predefinite



Il menù Satellite è suddiviso in sei sottomenù, che vanno dalla configurazione d'antenna, all' impostazione del motore e alla ricerca canali automatica, manuale e blind scan.



La ricerca canali in automatico è molto veloce grazie al tuner di grande sensibilità; infatti una scansione completa di HotBird avviene in circa 6 minuti,  memorizzando tutti i canali tv e radio disponibili.
La Ricerca manuale ci permette di effettuare ricerche mirate su uno o più transponders impostando manulamente tutti i dati, incluso il tipo di standard di trasmissione ( DVB-S o DVB-S2 )



Degna di attenzione è la Ricerca Blind Scan. Come detto all'inizio, la gamma Mediabox è composta da due modelli, l'ST2-HD, che utilizza un blind scan di tipo software ( più o meno come quasi tutti i ricevitori in commercio) e l'ST3-HD che invece è uno dei pochi decoder in circolazione che dispone di un blind scan hardware. Francamente è la prima volta che provo un blind scan hardware ed essendo abituato alla lentezza di quelli tradizionali, mi ha positivamente sorpreso la velocità con cui il ricevitore esegue la ricerca "cieca"; infatti ha eseguito il blind su HotBird in soli 16 minuti ( teniamo conto che un ricevitore con blind software impiega almeno mezz'ora). Abbiamo eseguito la ricerca con uno step di 5 Mhz (Fast), ma si può eseguire ancor più approfonditamente impostando 4 Mhz ( Normal), 3 Mhz ( Compact ),2 Mhz ( Detail) o addirittura 1 Mhz ( More Detail )



Il ricevitore può gestire tranquillamente tutti i tipi di impianto, dal multifeed con comandi DiSeQc 1.0 al motorizzato, sia Usals che DiSeQc 1.2 e supporta anche il protocollo Unicable.



La ricerca canali Terrestre è molto semplice e non richiede configurazioni particolari. Si può eseguire in modalità automatica o manuale.
In entrambi i casi sono stati rilevati e memorizzati tutti i canali trasmessi in digitale terrestre disponibili nella zona



Proseguendo incontriamo il menù Impostazioni sistema, composto da sette sottomenù:
Impostazione lingue, Impostazione OSD, Video settings, Audio settings, Impostazioni data/ora, Impostazioni prenotazione e Informazioni di sistema.



Vediamo solo le voci degne di nota in quanto le altre sono talmente intuitive e comuni a tutti i decoder.
L'opzione Video settings ci permette tra le altre cose, di impostare il tipo di risoluzione video desiderata, fino a 1080i



Informazioni di sistema invece offre tutti i dati tecnici del nostro decoder, quali versione firmware ecc.



Il menù seguente è Impostazione canali, suddiviso in 6 sottomenù, dai quali possiamo gestire completamente la nostra lista canali; possiamo quindi spostare, rinominare o eliminare i canali desiderati e creare liste di canali preferiti.





Proseguendo troviamo due menù per i quali è inutile dilungarci in descrizioni, si tratta di Blocco genitori e Giochi; in quest'ultimo troviamo due giochi Mong e Tetris.

Il menù seguente, Multimedia, è invece uno dei più importanti e interessanti e merita un'analisi più approfondita.



E' suddiviso in 5 sottomenù:
PVR settings ci permette di impostare tutti i parametri relativi alle funzioni di registrazione, ovvero durata e limite della registrazione, limite del Timeshift , abilitare/disabilitare il timeshift automatico ecc.



Player settings
ci permette di impostare invece alcuni parametri relativi alla riproduzione



Le voci SATA e USB1 si utilizzano per la gestione dei files contenuti nelle periferiche eventualmente collegate al ricevitore tramite porta Sata o porta USB; utilizzando la porta USB possiamo installare ad esempio i nuovi firmware o nuovi settings, semplicemente caricandoli su una pen drive e attivandoli dal sottomenù USB1.

L'ultima voce è Ethernet, ed è molto importante perchè permette al decoder di essere connesso in rete.



A sua volta è suddiviso in altre 3 voci, ovvero:
Impostazione TCP/IP, da cui è possibile impostare i dati necessari alla comunicazione TCP/IP. Innanzitutto scegliamo il tipo di protocollo; se nella rete locale è presente un server DHCP possiamo selezionare questa opzione, in questo caso tutti i parametri di connessione verranno automaticamente gestiti dal protocollo stesso. In caso contrario occorre impostare manualmentei i vari parametri quali indirizzo IP, network, gateway, DNS ecc.



Navigazione FTP: qui è possibile scegliere se permettere il collegamento  tramite il protocollo FTP ad un Web Site (preconfigurato) oppure ad uno User Site (configurabile). Nel caso venga selezionato lo User Site è possibile modificare l'indirizzo, lo username, la password e attivare o disattivare l’utilizzo dell’Anonym User.



Infine abbiamo la voce IP Stream, da cui possiamo configurare la modalità di Streaming , cioè la condivisione di contenuti multimediali ed altro con dispositivi esterni; quindi possiamo attivare o disattivare lo streaming verso dispositivi esterni alla propria LAN o verso dispositivi interni alla propria LAN, impostare l'indirizzo del dispositivo di destinazione e infine esplorare i contenuti del dispositivo di destinazione.



Proseguiamo con la navigazione nel menù principale dove incontriamo l'ultima voce, ovvero Accesso condizionato, che è il classico menù per la gestione delle cam CI e delle smart card inserite nei card reader; l'utilizzo è identico a quello di qualunque ricevitore in commercio quindi è inutile dilungarci nella descrizione.



PVR e MULTIMEDIA PLAYER

In quanto a risorse multimediali il Mediabox non ha nulla da invidiare agli altri decoder di questa fascia. Dispone naturalmente di funzioni PVR, quindi può registrare programmi in definizione standard ed anche in alta definizione; la registrazione avviene su supporti esterni quali dischi Sata o Usb.
Il drive inserito nelle porte viene subito riconosciuto e appare un messaggio di conferma, quindi possiamo tranquillamente iniziare la registrazione. Per farlo basta scegliere il canale che dobbiamo registrare e premere sul telecomando il tasto Rec ( quello col bollino rosso in basso a sinistra), la registrazione si avvia immediatamente; per fermarla basta premere il tasto Stop (quello col quadratino bianco in basso al centro) e confermare l'interruzione nella schermata che appare.
Il decoder permette di effettuare registrazioni simultanee su due canali diversi mentre se ne guarda un terzo; naturalmente i canali devono trovarsi sullo stesso transponder.
La qualità delle registrazioni sia in SD che in HD è perfetta, nessun freeze o blocco anche con bitrate alti.
Abbiamo eseguito i test con vari supporti, due HDD Sata della Maxtor, uno da 320 ed uno da 700Gb con case autoalimentato, un HD USB2 portatile della Imation da 300 Gb ( alimentato direttamente dal decoder) e varie pen drive USB da 2, 4, e 8 GB; su tutti i supporti provati non abbiamo rilevato problemi degni di nota.
I dischi devono per forza essere formattati in FAT32.
Quando l'HDD connesso via e-SATA non è utilizzato (con il timeshift in manuale) il decoder lo mette in "sleeping mode" per risvegliarlo automaticamente al momento opportuno.
Tale funzione non è disponibile se l'HDD è connesso via USB.
Consigliamo di utilizzare il collegamento e-SATA, sia per la funzione "sleeping mode" sia perchè il bitrate di lettura/scrittura è decisamente piu alto.
Per accedere alle registrazioni eseguite basta premere il tasto Media e ci appare l'elenco registrazioni.





Il ricevitore può riprodurre file audio di tipo MP3, file Jpeg e filmati DivX, XVid e Mpg; i file devono essere presenti sui drive collegati al decoder. La riproduzione di DivX e XVid con codec recenti è di ottima qualità mentre non è garantita la riproduzione di filmati con codec vecchi. Naturalmente non è possibile garantire al 100% il funzionamento di qualunque filmato DivX, ma questo avviene praticamente su tutti i decoder di questo livello, e avviene anche sui vari lettori DivX in commercio.

QUALITA' AUDIO/VIDEO

La qualità sia video che audio è senza dubbio elevata.
Per le prove video abbiamo utilizzato un tv lcd da 42" HD Ready e uno Full HD; in entrambi i casi i risultati sono più stati ottimi, anche se si tratta sempre di giudizi soggettivi e personali.
Utilizzandolo su un televisore crt si può apprezzare un buon downscaling per immagini nitide e per nulla artificiali, di contro in questa configurazione le informazioni dell'ODS e del menu del ricevitore risultano poco leggibili.
Collegandolo ad un tv full-hd tramite il collegamento HDMI si riesce ad apprezzarlo pienamente.
Colori non artefatti, assenza di scie anche nelle scene più movimentare e assenza di sfarfallii o freeze anche durante le registrazioni multiple effettuate su HDD collegato via e-SATA.
Per quanto riguarda l'audio l'abbiamo messo alla prova collegandolo via S-PFID ad un impianto Home Theatre di ottimo livello, con un risultato di ascolto decisamente sorprendente. I canali audio risultano perfettamente separati raggiungendo notevoli livelli di frequenza sia verso il basso che verso l’alto per una generale qualità audio cristallina.

SOFTWARE

La dotazione software per la serie Mediabox è pressochè completa. Trattandosi di una macchina " giovane" è normale che ci possano essere ancora dei difetti a livello firmware, anche se i più degni di nota sono già stati risolti con gli ultimi aggiornamenti del firmware e i rimamenti saranno corretti con i prossimi aggiornamenti.
Per quanto riguarda le utility, esiste già un ottimo settings editor, il Mediabox Editor Studio del nostro Cecelife, con il quale è possibile creare settings (liste canali) personalizzati.
Sul nostro portale sono già disponibili dei settings ottimizzati per il pubblico italiano realizzati dal nostro settings team, che potrete reperire nella sezione del portale riservata al GIO®GIO Team.

CONCLUSIONI

Concludiamo dicendo che si tratta senza dubbio di un ottimo ricevitore, dalle grandi prestazioni, a nostro parere uno dei migliori prodotti presenti al momento sul mercato italiano. La semplicità e versatilità d'uso poi, sono un ulteriore punto a suo favore. L' ottima fattura progettuale e costruttiva riesce a soddisfare gli utilizzatori più esigenti grazie all’elevata potenza elaborativa, ai suoi sensibilissimi tuner, alla qualità video/audio decisamente buona.

GIORGIO CUCCUREDDU & GRANTOR

CERCA IN DIGITAL-SAT
PROVA TECNICA
Prova Tecnica HD TV
Engel Axil RS 4800S
Engel Axil RS 4800S

Ricevitore satellitare HD

PROVA TECNICA
Prova Tecnica High Tech
Marmitek GigaView 821 Wireless Full HD + 3D Audio/Video Sender
ULTIMI DOWNLOADS
F 777

18.04.2014

Settings

Digiquest F 777
F 777

18.04.2014

Settings

Digiquest F 777
F 777

18.04.2014

Settings

Digiquest F 777
8100CA HD

17.04.2014

Settings

Digiquest 8100CA HD
8100CA HD

17.04.2014

Settings

Digiquest 8100CA HD
8100CA HD

17.04.2014

Settings

Digiquest 8100CA HD
HD 5000-S

16.04.2014

Settings

Clarke-Tech HD 5000-S
HD 5000-S

16.04.2014

Settings

Clarke-Tech HD 5000-S