Digital-Sat Il Magazine On-Line dedicato alla TV Digitale
  • Tutte le ultime novità dalla TV Satellitare
  • Le notizie sul Digitale Terrestre e la sua offerta
  • Le migliori utilities dedicate ai principali Decoder
  • Recensioni dei migliori prodotti di Hi-Tech
  • Le ultime News dal mondo della TV
  • ALIEN RAIDERS

    ALIEN RAIDERS

    21:15 _ CINEMA ENERGY

    Mentre alcune persone stanno facendo acquisti presso un tranquillo supermercato ad Hastings in Arizona, un gruppo armato calatosi dal tetto, irrompe nel locale. Dopo aver superato l'iniziale momento...

  • ALIEN RAIDERS | 21:15 _ CINEMA ENERGY

    dl1rRf7PW58

    Mentre alcune persone stanno facendo acquisti presso un tranquillo supermercato ad Hastings in Arizona, un gruppo armato calatosi dal tetto, irrompe nel locale. Dopo aver superato l'iniziale momento di panico, la gente comincia a chiedersi il perché dell'irruzione poichè, quella che inizialmente sembra una rapina, in realtà assume sempre più la connotazione di una 'missione'.Il gruppo armato infatti è costituito da scienziati/agenti alla ricerca di presenze aliene che hanno preso possesso dei corpi di alcuni avventori del supermercato... Film appartenente alla categoria dei B-Movies, è diretto da Ben Rock nel 2008. Il cast della pellicola è composto da: Carlos Bernard, Matthew St. Patrick, Rockmond Dunbar e Courtney Ford.

    Visualizza scheda sul sito Mediaset Premium

  • TUTTI CONTRO TUTTI

    TUTTI CONTRO TUTTI

    21:15 _ CINEMA PREMIUM

    Agostino (Rolando Ravanello) è un modesto muratore, che vive con la moglie Anna (Kasia Smutniak), i figli Lorenzo (Raffaele Lorio) ed Erica (Agnese Ghinassi), e l'anziano nonno Rocco (Stefano...

  • TUTTI CONTRO TUTTI | 21:15 _ CINEMA PREMIUM

    gfMuC2Bi-tY

    Agostino (Rolando Ravanello) è un modesto muratore, che vive con la moglie Anna (Kasia Smutniak), i figli Lorenzo (Raffaele Lorio) ed Erica (Agnese Ghinassi), e l'anziano nonno Rocco (Stefano Altieri), in un piccolo appartamento in affitto in una palazzina alla periferia di Roma. Quello che sembra un giorno di festa, come i festeggiamenti per la prima comunione di Lorenzo, si trasforma in realtà in un vero e proprio incubo. Di ritorno dalla cerimonia, infatti, la famiglia trova la propria casa occupata abusivamente dalla famiglia meridionale dei Rizzuti e la serratura della porta cambiata.In un primo momento Agostino, tenta con le buona maniere di dialogare con la famiglia occupante ma senza risultati, e dopo essersi recato alla polizia per denunciare l'accaduto scopre che l'affitto veniva pagato in nero, senza nessun tipo di contratto e che quindi non ha alcun diritto di riappropriarsi della propria casa.Agostino non demorde, e deciso a riprendersi casa, occupa con tutta la famiglia e il cognato Sergio (Marco Giallini), il pianerottolo della palazzina, costruendosi un bagno sul terrazzo condominiale e inziando a suscitare l'ostilità dei suoi vicini che temono l'occupazione dei loro appartamenti da parte di Agostino. Ma ben presto la situazione precipita, e la lotta tra la famiglia dei Rizzuti e quella di Agostino finisce per coinvolgere l'intero e multietnico condominio. In questa guerra epocale, sarà necessario un piano ingegnoso per rivendicare il diritto inalienabile ad una casa. "Tutti contro tutti" è un film del 2013, diretto e sceneggiato dall'attore teatrale Rolando Ravello, che aveva incarnato lo stesso personaggio a teatro. Il film è tratto dall'omonima commedia teatrale e ha ricevuto nel 2013 il Nastro d'Argento. Oltre ai già citati, vogliamo ricordare anche Lidia Vitale, Antonio Gerardi e Paolo Sassanelli.

    Visualizza scheda sul sito Mediaset Premium

  • LO STRANIERO CHE VENNE DAL MARE

    LO STRANIERO CHE VENNE DAL MARE

    21:15 _ CINEMA EMOTION

    La storia è ambientata nella Cornovaglia di fine Ottocento, dove un giorno giunge Yanko Gooral (Vincent Perez), esule ucraino, unico superstite del naufragio di una nave diretta in...

  • LO STRANIERO CHE VENNE DAL MARE | 21:15 _ CINEMA EMOTION

    9BSstWVjFis

    La storia è ambientata nella Cornovaglia di fine Ottocento, dove un giorno giunge Yanko Gooral (Vincent Perez), esule ucraino, unico superstite del naufragio di una nave diretta in America. Inizialmente la popolazione locale non collega l'arrivo dell'uomo al naufragio, anzi viene considerato da questi un mentecatto non conoscendo la loro lingua e sfruttato come un servo dal signorotto locale, il signor Swaffer (Joss Ackland).Ad essere sempre gentile con lui è la giovane domestica dei signori Smith, Amy Foster (Rachel Weisz) di cui si innamora. La fortuna per Yankoo è quella di assistere alla consueta partita di scacchi tra Mr.Swaffer e il medico del paese il Dr. James Kennedy (Ian McKellen), durante la quale proprio quest'ultimo capendo la notevole capacità del giovane di giocare, intuisce che si tratta di uno straniero, non di un uomo privo di intelletto. Tra i due nasce una profonda amicizia fino a quando però, Yankoo aiutato dalla signora Swaffer (Kathy Bates) che procura loro una abitazione, sposa la bella Amy. La comunità non accetta l'unione, l'amico Kennedy che nutre un odio inspiegabile verso Amy volta lui le spalle, e dopo la nascita del loro figlio la situazione precipita... "Lo straniero che venne dal mare" (Swept from the Sea) è un film diretto da Beeban Kidron nel 1997, basato sul racconto di Joseph Conrad "Amy Foster" del 1901.

    Visualizza scheda sul sito Mediaset Premium

DREAMBOX DM800 HD PVR

Recensione: DreamBox - Ricevitore satellitare HD


Inserito da:

Antonio Galluzzo

22 ottobre 2009



Dopo tante promesse e infinite attese, Dream Multimedia è finalmente sbarcata sul mercato dell’HD con il suo primo modello, il DM800 HD PVR, che ha preceduto di qualche mese l’uscita del tanto atteso modello di punta DM8000 HD PVR. Vediamolo nel dettaglio!

ASPETTO E CARATTERISTICHE TECNICHE

Il box riprende la linea dei già modelli precedenti DM500, DM500+ e DM600. Esteticamente curatissimo, è di dimensioni davvero ridotte e consente di essere posizionato praticamente ovunque. Sul frontale è presente uno sportello reclinabile che nasconde l’unico slot per card presente su questo modello. Presenti sul frontale anche un display oled di dimensioni molto ridotte, già quasi illeggibile a un metro di distanza ma comunque utile per le operazioni di reflashing e per monitorare lo status del decoder. Presente inoltre un pulsante di accensione e spegnimento dell’apparecchio.



Il telecomando è identico a quello della serie 7000-7020-7025, molto ergonomico e pratico, unica pecca forse il colore, forse sarebbe stato più azzeccato farlo nero, dato che DM800HD lo è praticamente in ogni sua parte. Da sottolineare che esiste anche una versione bianca dello stesso DM800HD, in limited edition.



Sul retro, nonostante le ridotte dimensioni, il parco connettori è vasto e consente il collegamento di diversi dispositivi. E’ presente un tuner DVB-S2 (in e out), un connettore esterno ESATA per il collegamento di hard disk esterni (utilizzabile solo se già non è presente un hard disk interno), una porta seriale RS-232 per operazioni d reflashing, l’immancabile porta LAN, 2 usb, una scart, spinotto per il modem, l’uscita audio digitale e ovviamente connettore di alimentazione. DM800 viste le sue ridotte dimensioni si avvale naturalmente di alimentatore esterno. Per le funzionalità HD, monta una DVI. Va opportunamente specificato che questa non pregiudica assolutissimamente in alcun modo le piene funzionalità del decoder, DVI nasce come collegamento solo video ma sono stati utilizzati dei pin liberi per il trasferimento dell’audio, quindi il decoder sarà in grado di fornire correttamente alla tv sia segnale video che audio anche in dolby digital AC3, esattamente come un qualsiasi altro decoder satellitare con hdmi.



Altra nota relativa alla DVI, è che quest’ultima è perfettamente in grado di fornire anche segnale 1080p, contrariamente a quanti affermano che 800 e 8000 siano “solo” 1080i. In presenza di fonti 1080p infatti, con il plugin “autoresolution” abilitato, il decoder è in grado di switchare automaticamente sul progressivo, consentendoci così di poter usufruire appieno anche di contenuti in full-hd. Nessun problema anche per quanto riguarda hdcp, il protocollo è direttamente gestito dalla macchina che restituirà a video il segnale privo di tale protezione.

LA CONFEZIONE

Elegantissima e interamente nera con il nuovo logo Dreambox in grande al centro, da subito l’impressione di un prodotto estremamente professionale e ben curato. All’interno troveremo:

-      Dreambox 800

-      Cavo dvi-hdmi

-      Alimentatore e cavo alimentazione

-      Un convertitore scart-rca + cavi rca

-      Manuale d’istruzioni

  Telecomando



Troveremo anche una speciale mascherina, da sostituire sul retro del decoder nel caso in cui si voglia sostituire il tuner Dvb-S2 di serie con uno Dvb-T. Dream Multimedia ha pensato proprio a tutto.

UN’OCCHIATA ALL’INTERNO

Il Dreambox 800, internamente, si presenta come decoder estremamente compatto ma con tutti i componenti ben disposti e ordinati, osserviamo alcuni particolari. A destra si può notare il nuovo tuner alps dvb-s2 e il chipset video broadcom.  A sinistra invece, oltre al modem, i condensatori, il card reader, e la staffa in metallo per il montaggio di un hard disk interno da 2.5 pollici. Va detto che lo spazio per operare è davvero minuscolo e tutto è calcolato al millimetro, bisogna fare quindi attenzione quando si procede al montaggio del disco fisso.



UTILIZZO DEL RICEVITORE

Partiamo col dire che a differenza dei “vecchi” modelli 500 e 7000, già dall’arrivo di 7020 l’utilizzo di un dreambox è molto più user friendly. Per la programmazione dunque troveremo a disposizione una comodissima web interface,  richiamabile direttamente da browser internet, che ci consentirà di upgradare il nostro box in tutta semplicità.  I firmware a disposizione (chiamati comunemente “immagini”) sono davvero tanti e c’è solo l’imbarazzo della scelta. Subito dopo la prima programmazione, la procedura per la configurazione iniziale sarà guidata, quindi estremamente semplificata. Il boot è praticamente infinito, il primo avvio di Dm800 con relative configurazioni dura circa 4-5 minuti, successivamente sarà più veloce, ma sempre nell’ordine dei 2-3 minuti, ma va detto che con Enigma2 tutto questo è assolutamente normale, un confronto con Enigma1 anche in termini di prestazioni e grafica non è proprio possibile.

Chi finora ha utilizzato solo 500 o 7000 farà un pò fatica ad abituarsi a questi tempi all’inizio, ma dopo un po’ tutto sarà ripagato da una macchina ben prestazionale e piena di tantissime cose da scoprire. Il decoder lavora molto bene, vengono forniti dalla casa madre continuamente nuovi bootloader secondstage e nuovi driver, e questo nei mesi ha contribuito a rendere dm800 una macchina molto stabile e ben funzionale, difficilmente adesso si avranno blocchi o impallamenti del software, cosa che invece era tipica delle prime release del software.
Le varie liste canali, come ci hanno insegnato i dream da sempre, sono ampiamente personalizzabili e caricabili attraverso vari software (uno di questi è dreamboxedit) oppure è possibile caricare direttamente liste preconfezionate online. Settings Enigma1 ed Enigma2 sono compatibili tra loro, purché però attraverso l’apposito software dreamboxedit si setti correttamente se il box che riceverà i settings è enigma1 oppure enigma2. Naturalmente su 800 e 8000 conviene caricare solo settings ad hoc realizzati appositamente per questo modello specifico di decoder, altrimenti non troveremo in lista alcuna emittente HD sintonizzabile dato che non esistono modelli HD con enigma1.

La qualità video (probabilmente una delle cose più importanti in un decoder del genere) appare decisamente di ottimo livello, ho fatto diversi test e confronti con un altro decoder HD con chipset sigma designs (ricordiamo che 800 e 8000 montano broadcom, come skybox) e le differenze di qualità su visione di canali HD sono veramente irrisorie. Su SD invece il discorso un po’ cambia, per avere una qualità accettabile sui canali in definizione standard infatti è necessario tenere sempre abilitato il plugin autoresolution che porta a 576p la risoluzione in uscita sul nostro televisore. In 1080i infatti l’immagine appare piuttosto sporca e decisamente poco nitida, piena di rumore, al contrario del decoder concorrente chipset sigma da me testato, che offre un’ottima qualità in uscita anche su canali SD se settato in 1080i/1080p. Ma ripeto che come detto, il plugin autoresolution risolve brillantemente il problema, con quest’ultimo abilitato, la qualità in uscita di DM800 sarà sempre altissima.

Ho provato il montaggio di un hard disk, nella fattispecie Toshiba 250GB. Il funzionamento è sempre impeccabile, e l’hard disk non si sente neppure. Unica raccomandazione, quella di montare sempre dm800 in un posto che sia almeno un po’ ventilato, specie con hard disk interno montato. Le sue ridottissime dimensioni infatti non consentono una grandissima aerazione all’interno e questo può causare brutti surriscaldamenti se il decoder viene posizionato ad esempio in un mobile chiuso, senza alcun tipo di aerazione. Va detto però che rispetto alle prime release del software, anche questo aspetto del DM800 è migliorato tantissimo, il riscaldamento adesso è appena nella norma, e con un utilizzo corretto, non sarà necessario nemmeno l’utilizzo di ventole aggiuntive, il decoder è benissimo in grado di autogestirsi da solo.

Buona anche la gestione di file HD in 720p/1080p, il decoder funziona molto bene anche come riproduttore multimediale. Va sottolineato però che nel caso di files 720p la riproduzione è fluida e senza problemi, mentre nel caso di files 1080p, le cose non sempre vanno per il verso giusto a causa dell’altissimo bitrate che non sempre dm800 riesce a gestire, per cui alcuni files con bitrate particolarmente altro (files oltre i 10GB) potrebbero non funzionare correttamente.  I divx non sono direttamente visualizzabili da decoder, occorre dunque come sui modelli precedenti, vlc per poter eseguire correttamente tali files.

CONCLUSIONI

Dreambox 800 è indubbiamente un box dalle prestazioni eccezionali, un concentrato di multimedialità in uno chassis elegantissimo e minuscolo, studiato in ogni particolare. Non risente di particolari difetti o punti deboli se non quello del prezzo, 449 euro non sono certo una spesa irrisoria, ma ritengo che il prezzo sia giustamente proporzionato in relazione al continuo impegno della casa madre nel svilupparlo continuamente, rilasciando settimanalmente driver, bootloader e quant’altro contribuisca al miglioramento della macchina ogni giorno che passa. Indubbiamente, da questo punto di vista, una sicurezza!

Antonio Galluzzo

CERCA IN DIGITAL-SAT
PROVA TECNICA
Prova Tecnica HD TV
Engel Axil RS 4800S
Engel Axil RS 4800S

Ricevitore satellitare HD

PROVA TECNICA
Prova Tecnica High Tech
Marmitek GigaView 821 Wireless Full HD + 3D Audio/Video Sender
ULTIMI DOWNLOADS
8100CA HD

17.04.2014

Settings

Digiquest 8100CA HD
8100CA HD

17.04.2014

Settings

Digiquest 8100CA HD
8100CA HD

17.04.2014

Settings

Digiquest 8100CA HD
HD 5000-S

16.04.2014

Settings

Clarke-Tech HD 5000-S
HD 5000-S

16.04.2014

Settings

Clarke-Tech HD 5000-S
HD 5000-S

16.04.2014

Settings

Clarke-Tech HD 5000-S
HD 5000-S

16.04.2014

Settings

Clarke-Tech HD 5000-S
HD 5100-C Plus/HD 50...

16.04.2014

Settings

Clarke-Tech HD 5100-C Plus/HD 50...